Boom di visitatori alla 26° edizione della Sagra del pesce spada

Comunicato Stampa n° 8 del 13/7/2015

1

Si chiude con un successo che ha superato ogni immaginazione, la ventiseiesima edizione della Sagra del pesce spada che ha animato per tre giornilo scalo di alaggio di Aci Trezza .
Un successo attestato dai numeri – i partecipanti, stando agli organizzatori sono stati più degli anni passati – ma anche dal gradimento che la manifestazione ha riscontrato tra i presenti, attestandosi come uno degli appuntamenti irrinunciabili dell’estate siciliana. Sono state circa 6 mila, infatti, le persone che hanno affollato il borgo marinaro nella tre giorni dedicata al re del mare.
Grazie all’organizzazione che con sapienza ha allestito l’evento curando ogni dettaglio, e della promozione che, per l’edizione di quest’anno, ha potuto contare sul Gac, il Gruppo di azione costiera nato con i fondi europei proprio per diffondere la tradizione e valorizzare i prodotti tipici della riviera ionica e delle lave.Come ha evidenziato Giuseppe Valastro, governatore della Commissione per i Festeggiamenti in onore di San Giovanni Battista, Patrono di Acitrezza:
"La 26° edizione è andata meglio rispetto agli altri anni – ha spiegato.
La sponsorizzazione da parte del Gac, con il contributo dei vari media che hanno lavorato come un vero e proprio network, ci ha permesso di avere più visitatori
e moltissimi turisti.Per questo – ha aggiunto – oltre alla consueta offerta, abbiamo organizzato una degustazione parallela alla sagra con assaggi di pesce azzurro offerto a tutti”.Quasi 4 mila le porzioni di pesce servito, di cui le 400 date gratuitamente proprio per permettere a tutti di degustare il magnifico prodotto del mare nostrano accompagnato da oltre 600 litri di vino.

Un momento davvero importante, per l’economia trezzota da sempre fondata sul mare e sulla pesca; un appuntamento che rappresenta un omaggio alla tradizione centenaria:
insomma, una bellissima sagra in uno scenario unico che ha visto il pesce spada, arrostito, condito con l’immancabile salmoriglio, e accompagnato da insalata, protagonista assoluto.“Mi fa piacere constatare come ci sia stato il piazzale gremito e siano tante le persone venute ad assaporare il pesce spada – ha aggiunto Francesco Leotta, - Responsabile Amministrativo e Finanziario del Gac - uno dei prodotti che questa iniziativa vuole promuovere, aggregando eventi che già esistono sul territorio.
Una rassegna che vedrà coinvolti i comuni rivieraschi – ha continuato – e che mira a favorire, oltre al rilancio della pesca, anche l’indotto, in particolare i settori
della ristorazione e del turismo”.
Il Gac e i prodotti della riviera ionica sono presenti anche all'Expo.

2

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la sua navigazione e offrire servizi in linea con le sue preferenze. Cliccando su "Accetta" si acconsente all'uso dei cookies e si accettano le condizioni d'uso del sito.